Didattica


education book with science icons

Tecniche ortopediche a.a. 2019-2020

Coordinatore del corso: Prof. Roberto Caterini
Email r.caterini@tin.it

Corso di laurea abilitante alla professione sanitaria di Tecnico ortopedico – Area di Medicina e Chirurgia – Numero di posti programmato a livello nazionale (D.M. 270/04) – Classe L/SNT3

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: L/SNT3 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea
o Durata: 3 anni
o Tipo di accesso: Numero di posti programmato a livello nazionale
o Area di afferenza: Medicina e chirurgia
o Dipartimento: Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
o Codice corso: M07

Descrizione e obiettivi formativi

Il Corso prepara professionisti in grado di operare la costruzione e/o l’adattamento, l’applicazione e la fornitura di protesi, di ortesi e di ausili sostitutivi, correttivi e di sostegno dell’apparato locomotore.
Il percorso formativo fornisce allo studente gli strumenti e le competenze necessari per prendere in carico il paziente, progettare e applicare e immettere in commercio dispositivi ortopedici. Vengono quindi trasmesse, a fianco delle competenze di base, anche specifiche competenze trasversali relative agli aspetti gestionali, di innovazione e di relazione. Vengono inoltre approfonditi gli aspetti tecnico professionali specifici, anche attraverso esperienze di tirocinio che vengono svolte a partire dal primo anno, con l’ausilio di un tutor.
Nel dettaglio, il primo anno di corso si caratterizza per una fase di orientamento dello studente nel nuovo percorso formativo universitario e per un contatto esperienziale con il mondo del lavoro attraverso una prima esperienza di tirocinio finalizzata all’orientamento dello studente negli ambiti professionali di riferimento e all’acquisizione di competenze fondamentali.
Il secondo anno si caratterizza per un più specifico orientamento ai problemi clinici connessi all’apparato locomotore in ambito medico e chirurgico e ai relativi percorsi diagnostici oltre che agli interventi terapeutici e riabilitativi di pertinenza. Anche grazie al tirocinio, l’allievo acquisisce competenze relative a tutte le fasi di valutazione tecnica, progettazione, costruzione, prova, validazione e consegna dei dispositivi medici.
Il terzo anno di corso è finalizzato all’approfondimento di discipline specialistiche nell’area tecnico/sanitaria e biomeccanica e all’acquisizione di conoscenze sui processi e sulle metodologie inerenti l’esercizio professionale. Sulla base delle competenze maturate e della casistica osservata nei primi due anni del tirocinio tecnico-pratico, avranno la possibilità di scegliere l’argomento di tesi e di seguire i casi clinici relativi allo svolgimento dell’elaborato affiancati al tutor del reparto di competenza: gli allievi potranno, in questo modo, esaminare dall’inizio alla fine specifici casi clinici, realizzare dispositivi ortopedici e verificare l’efficacia riabilitativa del dispositivo medico fornito.
La frequenza al corso è obbligatoria per tutte le attività sia teoriche che di tirocinio.

Sbocchi professionali
Il Corso abilita alla professione sanitaria di Tecnico ortopedico. I laureati in tecniche ortopediche possono trovare occupazione in strutture private e quale futura opportunità anche in strutture sanitarie pubbliche, sia in regime di dipendenza sia libero-professionale. In particolare, gli sbocchi professionali sono individuabili: nell’attività imprenditoriale autonoma; nelle aziende private ortopediche e sanitarie; nelle industrie di produzione degli ausili tecnici in genere; nel settore dell’informazione.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580206204800002

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://www.med.uniroma2.it/content/mini-sito-corsi-laurea/tecniche-ortopediche-abilitante-alla-professione-sanitaria-tecnico-ortopedico-0

Segreteria didattica:

Sig.ra Claudia Di Stefano
Tel: +39 06 2090.3465
E-mail: claudia.di.stefano@uniroma2.it



Biotecnologie mediche a.a. 2019-2020

Coordinatore del Corso: Prof. Roberto Bei

Corso di laurea magistrale – Area di Medicina e Chirurgia – Accesso libero con verifica dei requisiti curriculari – Classe LM-9 (D.M. 270/04)

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: LM-9 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea magistrale
o Durata: 2 anni
o Tipo di accesso: Accesso libero con verifica di requisiti e preparazione in ingresso
o Area di afferenza: Medicina e Chirurgia
o Dipartimento: Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
o Codice corso: K78

Descrizione e obiettivi formativi

Il corso offre una preparazione teorica e pratica nelle più comuni applicazioni biotecnologiche in medicina, nonché sugli aspetti economici e legali dell’attività biotecnologica. Lo studente nel corso del primo anno maturerà conoscenze e competenze teoriche che troveranno applicazione pratica nel secondo anno di corso, presso i laboratori della Facoltà di Medicina e della Macroarea di Scienze MMFFNN.
Il laureato magistrale in Biotecnologie Mediche conosce in modo approfondito gli aspetti biochimici, genetici, cellulari e della fisiopatologia dell’organismo umano e le principali metodologie che caratterizzano le biotecnologie molecolari e cellulari; conosce le patologie umane nelle quali è possibile l’intervento biotecnologico anche ai fini della applicazione di strategie diagnostiche, in accordo con il laureato in medicina e chirurgia, e della progettazione di interventi terapeutici. Padroneggia le metodologie bio-informatiche ai fini dell’organizzazione, costruzione e accesso a banche dati, in particolare di genomica e proteomica. Oltre alle normative nazionali e dell’Unione Europea relative alla bioetica, ai processi brevettuali e le norme di sicurezza nel settore biotecnologico, conosce le principali nozioni relative all’economia, all’organizzazione e alla gestione delle imprese, alla creazione d’impresa, alla gestione di progetti di innovazione. Inoltre ha competenze nell’ambito dei biofarmaci, dei diagnostici e dei vaccini, anche dal punto di vista della produzione industriale.
Il programma di studi prevede una tesi di laurea sperimentale cui è dedicato almeno un intero semestre. Inoltre, il corso di laurea si arricchisce di attività a scelta idonee per la formazione professionale del biotecnologo medico.
Nell’ambito di ciascuna disciplina di insegnamento sarà fornito dal docente il lessico specifico in lingua inglese relativo ai vari termini specifici, con esercizi relativi sia scritti che orali.

Sbocchi professionali
I laureati nei corsi di laurea magistrale in Biotecnologie mediche hanno elevati livelli di competenza nella programmazione e nello sviluppo scientifico e tecnico-produttivo delle biotecnologie applicate nel campo della sanità umana ed animale e possono quindi operare, con funzioni di elevata responsabilità, in strutture di ricerca e cliniche come supporto all’attività medica, e in industrie biotecnologiche; possono, inoltre, aspirare alla dirigenza di laboratori sia pubblici che privati, a prevalente caratterizzazione biotecnologica e farmacologica e coordinare, anche a livello gestionale ed amministrativo, programmi di sviluppo e sorveglianza delle biotecnologie applicate in campo umano.
In dettaglio, i principali sbocchi occupazionali sono in ambito diagnostico, in campo riproduttivo-endocrinologico (compresi animali transgenici, sonde molecolari, sistemi cellulari, tessuti bioartificiali e sistemi cellulari produttori di molecole biologicamente attive e altre tecniche biosanitarie avanzate); bioingegneristico, con particolare riferimento all’uso di biomateriali o organi e tessuti ingegnerizzati; della sperimentazione in campo biomedico, in campo terapeutico, con particolare riguardo allo sviluppo e alla sperimentazione di prodotti farmacologici innovativi (inclusa la terapia genica e la terapia cellulare) da applicare alla patologia umana.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580207301000001

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://www.med.uniroma2.it/content/mini-sito-corsi-laurea/biotecnologie-mediche

Dipartimento di Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
Via Montpellier 1, 00133 Roma
Email: bei@med.uniroma2.it
Telefono: 0672596522

Segreteria Didattica: Barbara Bulgarini
Email: barbara.bulgarini@uniroma2.it
Telefono: 0672596520



 Scienze e tecniche dello sport a.a. 2019-2020

Coordinatore del corso: Prof. Ferdinando Iellamo
Email iellamo@med.uniroma2.it

Corso di laurea magistrale – Area di Medicina e Chirurgia – Accesso libero con verifica dei requisiti curriculari in ingressoo – Classe LM-68 (D.M. 270/2004)

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: LM-68 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea magistrale
o Durata: 2 anni
o Tipo di accesso: Accesso libero con verifica dei requisiti curriculari in ingresso
o Area di afferenza: Medicina e Chirurgia
o Dipartimento: Medicina dei Sistemi
o Codice corso: H78

Descrizione e obiettivi formativi
Il corso intende offrire una solida preparazione culturale di base nell´area delle scienze motorie, al fine di fornire agli studenti gli strumenti necessari alla progettazione e gestione delle attività sportive per i normodotati e i disabili.
L’impianto formativo prevede l’acquisizione di specifiche competenze e conoscenze: fondamenti teorici, metodologici e tecnici dell´allenamento delle varie discipline sportive; metodologie e tecniche per la valutazione funzionale dell´atleta, con specifica attenzione alla tutela della sua salute anche nei confronti dei rischi connessi ai fenomeni di doping; assetti istituzionali entro i quali si colloca il sistema delle attività sportive; materie scientifiche di base, con capacità di collegamento e differenziazione nelle diverse tecniche applicate; evoluzione storica della cultura e delle tecniche dello sport; assetti economici e istituzionali entro i quali si colloca il sistema delle attività sportive.

Sbocchi professionali
Il programma prepara figure professionali altamente qualificate che possano essere impiegate nel mondo dello sport anche in autonomia e con ruoli di responsabilità sul singolo e la collettività.
Il laureato può operare nel campo dello sport agonistico in qualità di allenatore, preparatore fisico e metodologico dell´allenamento, nelle attività fisiche del tempo libero, come personal trainer, istruttore di varie discipline del fitness in strutture per la pianificazione di programmi individualizzati di attività fisica.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580207306900001

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://www.scienzemotorie.uniroma2.it

Segreteria didattica:
Tel: +39 06 7259.6920
Dott.ssa Lucilla Tiberi
Lucilla.tiberi@uniroma2.itTel. +39 06 7259.6938



Scienze riabilitative delle professioni sanitarie a.a. 2019-2020

Coordinatore del corso: Prof. Pasquale Farsetti 
E-mail: farsetti@uniroma2.it

Corso di laurea magistrale – Area di Medicina e Chirurgia – Numero di posti programmato a livello nazionale – Classe LM/SNT2 (D.M. 270/04)

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: LM-SNT2 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea magistrale
o Durata: 2 anni
o Tipo di accesso: Numero di posti programmato a livello nazionale
o Area di afferenza: Medicina e Chirurgia
o Dipartimento: Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
o Codice corso: M10

Descrizione e obiettivi formativi

I laureati nella classe possiedono una formazione culturale e professionale avanzata per intervenire con elevate competenze nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca in uno degli ambiti pertinenti alle professioni sanitarie ricomprese nella classe (podologo, fisioterapista, logopedista, ortottista-assistente in oftalmologia, terapista della neuro e psicomotricità dell´età evolutiva, tecnico dell´educazione e della riabilitazione psichiatrica e psicosociale, terapista occupazionale, educatore professionale).
Il corso approfondisce conoscenze teoriche e applicate per consentire la padronanza dei fenomeni relativi alla complessità organizzativa sanitaria, con particolare riguardo verso l’area della riabilitazione. Questa, è intesa come verifica e applicazione di strumenti operativi finalizzati ad una specializzazione coerente alla ricerca di modelli innovativi e risolutivi, oggi sempre più indispensabili, per soddisfare le esigenze e i bisogni sanitari della popolazione.

Sbocchi professionali

Il laureato magistrale può svolgere professioni altamente qualificate con funzione di direttore e coordinatore presso le Unità Operative di Riabilitazione delle aziende ospedaliere ed ULSS; direttore presso i presidi e aziende ospedaliere, ULSS; coordinatore, docente e tutor dei corsi di laurea e corsi specialistici della classe.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580207311000001

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://www.med.uniroma2.it/content/mini-sito-corsi-laurea/scienze-riabilitative-delle-professioni-sanitarie

Coordinatore: Prof. Pasquale Farsetti 
E-mail: farsetti@uniroma2.it



Medicine and Surgery a.a. 2019-2020

Coordinatore del corso: Prof. Stefano Marini
e-mail: stefano.marini@uniroma2.it

Corso di laurea a ciclo unico in lingua inglese – Facoltà di Medicina e Chirurgia – Durata 6 anni – Numero di posti programmato a livello nazionale (D.M. 270/04) – Classe LM-41

Lingua: Inglese

Informazioni generali

  • Classe: LM-41 (D.M. 270/04)
  • Tipologia di corso: Magistrale a ciclo unico
  • Durata: 6 anni
  • Tipo di accesso: Numero di posti programmato a livello nazionale
  • Area di afferenza: Medicina e Chirurgia
  • Dipartimento: Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
  • Codice corso: N39

Descrizione e obiettivi formativi
La missione del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico si identifica con la formazione di un medico a livello professionale con: una cultura biomedico-psico-sociale che possieda una visione multidisciplinare ed integrata dei problemi della salute e della malattia; una educazione orientata alla comunità, al territorio e fondamentalmente alla prevenzione della malattia ed alla promozione della salute; una cultura umanistica nei suoi risvolti di interesse medico. Tale missione specifica risponde in maniera adeguata alle nuove esigenze di cura e salute, in quanto centrata non soltanto sulla malattia, ma soprattutto sul paziente, considerato nella sua globalità di soma e psiche ed inserito nel contesto sociale.
Caratteristica specifica del corso è quella di essere tenuto completamente in lingua inglese, per preparare i discenti al pieno e consapevole confronto internazionale. Sono previsti corsi di lingua italiana per i rapporti con i pazienti.
Il corso prevede 360 CFU complessivi, di cui almeno 60 da acquisire in attività formative volte alla maturazione di specifiche capacità professionali.
Il corso è organizzato in 12 semestri e 36 corsi integrati; a questi sono assegnati specifici CFU dal Consiglio della struttura didattica in osservanza di quanto previsto nella tabella delle attività formative indispensabili. Ad ogni CFU corrisponde un impegno-studente di 25 ore, di cui di norma 8 ore di lezione frontale, oppure 12 ore di laboratorio o esercitazione guidata, oppure 20 ore di studio assistito all’interno della struttura didattica e del territorio nelle diverse tipologie indicate nel regolamento didattico. Ad ogni CFU professionalizzante corrispondono 25 ore di lavoro per studente, di cui 20 ore di attività professionalizzante con guida del docente su piccoli gruppi all’interno della struttura didattica e del territorio e 5 ore di rielaborazione individuale delle attività apprese.
La formazione medica così orientata è vista come il primo segmento di un’educazione che deve durare nel tempo, dando giusta importanza all’autoapprendimento, alle esperienze non solo in Ospedale ma anche nel territorio, all’epidemiologia, allo sviluppo del ragionamento clinico e della cultura della prevenzione.
Il processo d’insegnamento si avvale dei moderni strumenti didattici, costituiti dal sistema tutoriale, dal trigger clinico, dal problem oriented learning, dall’experiential learning, dal problem solving, dal decision making e dall’ampio utilizzo di seminari e conferenze.
Sono utilizzati in maniera preponderante docenti tutori che collaborano al processo formativo dello studente con funzioni di insegnamento (tutori di area) e di supporto (tutori personali) agli studenti.
Particolare attenzione è posta riguardo all’acquisizione delle abilità pratiche.

Sbocchi professionali
I laureati in Medicina e Chirurgia svolgono l’attività di medico chirurgo nei vari ruoli ed ambiti professionali clinici, sanitari e biomedici. La Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia è, inoltre, requisito per l’accesso alle Scuole di Specializzazione di area medica.

Condizione occupazionale (Indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
Il corso sta completando il proprio ciclo; si fa pertanto riferimento alle statistiche relative al corso in italiano nella medesima classe

http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580207304200002

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://medschool.uniroma2.it/

Segreteria didattica:
Tel. +39 06 7259.6041
e-mail: medschool@uniroma2.it



Odontoiatria e protesi dentaria a.a. 2019-2020

Coordinatore del corso: Prof. Luigi Baggi
Email luigi.baggi@uniroma2.it

Corso di laurea a ciclo unico – Facoltà di Medicina e Chirurgia – Durata 6 anni – Numero di posti programmato a livello nazionale (D.M. 270/04) – Classe LM-46

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: LM-46 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea Magistrale a ciclo unico
o Durata: 6 anni
o Tipo di accesso: Accesso programmato a livello nazionale
o Area di afferenza: Medicina e Chirurgia
o Dipartimento: Scienze cliniche e medicina traslazionale
o Codice corso: J55

Descrizione e obiettivi formativi

Il Corso prepara all’esercizio della professione odontoiatrica, e permette di acquisire fondamenti metodologici della ricerca scientifica.
L’ammissione al Corso avviene previo superamento di una prova stabilita annualmente in base alla Programmazione Nazionale. La prova di ammissione verte su domande di cultura generale, di biologia, di chimica, di fisica e matematica.
Le attività didattiche comprendono lezioni frontali, attività formative professionalizzanti, esercitazioni, attività didattiche opzionali, corso di lingua inglese. La frequenza alle attività didattiche è obbligatoria, per almeno il 66% delle attività didattiche complessive previste dal singolo corso integrato e dalle singole discipline che lo compongono, e viene verificata dai Docenti che adottano le modalità di accertamento stabilite dal Consiglio della struttura didattica.
Al termine del percorso di studi il laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria deve superare un Esame di Stato abilitante alla professione di Odontoiatra.

Sbocchi professionali

Il laureato magistrale ha specifiche professionalità nel campo della odontoiatria conservativa, parodontologia, protesi, ortognatodonzia, chirurgia orale, patologia speciale odontostomatologica, pedodonzia e clinica odontostomatologica. Può inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro presso studi professionali privati polispecialistici, strutture pubbliche come consulente, o svolgere attività libero professionale privata.
Per migliorare la qualità della formazione e favorire l’avviamento al lavoro, il Corso ha stipulato due importanti accordi scientifico-culturali, rispettivamente con l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Roma e con il sindacato ANDI ROMA (Associazione Nazionale Dentisti Italiani).
Grazie a questi accordi è stato possibile realizzare diverse iniziative non solo di carattere culturale ma anche sindacale al fine di formare gli studenti del Corso di Laurea e di permettere loro di interfacciarsi con le Istituzioni che conosceranno terminata la carriera universitaria.
Il Corso prepara, inoltre, alla gestione delle emergenze nello studio odontoiatrico.
I laureati magistrali nel Corso possono inoltre accedere a un’ampia scelta di percorsi di formazione post-laurea.

Condizione occupazionale (Indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580207304700002

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://odontoiatria.uniroma2.it/

Segreteria didattica:

Sig.ra Alessandra D’Angelo
Tel. +39 06 2090.2495/2557
E-mail: presidenza.odonto@uniroma2.it



Podologia a.a. 2019-2020

Coordinatore del corso: Prof. Vito Potenza
Email vitopotenza@virgilio.it

Corso di laurea abilitante alla professione sanitaria di Podologo – Area di Medicina e Chirurgia – Accesso programmato a livello nazionale (D.M. 270/04) – Classe L/SNT2

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: L/SNT2 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea
o Durata: 3 anni
o Tipo di accesso: Accesso programmato a livello nazionale
o Area di afferenza: Medicina e Chirurgia
o Dipartimento: Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
o Codice corso: L97

Descrizione e obiettivi formativi
Il corso forma operatori con le conoscenze e competenze necessarie a trattare, dopo esame obiettivo del piede e utilizzando metodi incruenti, ortesici ed idromassoterapici, le callosità, le unghie ipertrofiche, deformi e incarnite, nonché il piede doloroso.
In particolare, il laureato conosce le basi scientifiche e possiede la preparazione teorico-pratica necessaria per la comprensione dei fenomeni biologici ed ereditari, dei principali meccanismi di funzionamento degli organi e degli apparati, nonché degli aspetti psicologici, sociali ed ambientali; conosce i concetti fondanti della podologia e i modelli concettuali e la metodologia del processo di assistenza podologica; i principi e le norme che definiscono il campo proprio di attività e di responsabilità del podologo; i principi deontologici, giuridici e medico legali della professione. Inoltre, egli sviluppa un approccio integrato al paziente, valutando criticamente gli aspetti podologici clinici, relazionali, educativi, sociali ed etici coinvolti nella prevenzione, nella assistenza, nella riabilitazione, nel recupero del grado di benessere più elevato possibile. Sa collaborare e integrarsi con le diverse figure professionali nelle attività sanitarie di gruppo, anche nell’ambito del tutorato clinico degli studenti; conosce le dimensioni etiche e storiche della medicina con particolare riferimento alla podologia e sa entrare in relazione e comunicare in modo efficace e adeguato con il paziente e con i familiari.
La frequenza al corso è obbligatoria per tutte le attività sia teoriche che di tirocinio.

Sbocchi professionali
Il Corso abilita alla professione sanitaria di Podologo, operatore sanitario che lavora sia in strutture sanitarie pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale e Regionale che in strutture private accreditate e non, in regime di dipendenza o libero-professionale.
Il Podologo si occupa degli aspetti di cura, prevenzione e riabilitazione del piede. Sa esaminare obiettivamente il piede e trattarlo. Sa riabilitare il passo, utilizzare presidi ortesici e trattare deformazioni o malformazioni del piede. Su prescrizione medica, svolge la medicazione delle ulcerazioni delle verruche del piede ed assiste, anche ai fini dell´educazione sanitaria, i soggetti portatori di malattie a rischio.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580206204700002

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://www.med.uniroma2.it/content/mini-sito-corsi-laurea/podologia-abilitante-alla-professione-sanitaria-podologo



Tecniche audioprotesiche a.a. 2019-2020

Coordinatore del Corso: Prof. Stefano Di Girolamo
tel.: +39 06 2090 2925
E-mail: otorino@ptvonline.it

Corso di laurea abilitante alla professione sanitaria di Audioprotesista – Area di Medicina e Chirurgia – Numero di posti programmato a livello nazionale (D.M. 270/04) – Classe L/SNT3

Lingua: Italiano

Informazioni generali

o Classe di Laurea: L/SNT3 (D.M. 270/04)
o Tipologia di corso: Laurea
o Durata: 3 anni
o Tipo di accesso: Numero di posti programmato a livello nazionale
o Macroarea di afferenza: Medicina e Chirurgia
o Dipartimento: Scienze Cliniche e Medicina Traslazionale
o Codice corso: M02

Descrizione e obiettivi formativi
Il corso ha l’obiettivo di formare operatori con le conoscenze e competenze necessarie a svolgere la propria attività nella fornitura, adattamento e controllo dei presidi protesici per la prevenzione e correzione di deficit uditivi. I laureati sono in grado di scegliere e proporre soluzioni tecnologiche uditive-riabilitative complesse e in continua evoluzione, secondo le norme sanitarie vigenti e le conoscenze acquisite con la formazione universitaria, la competenza sul campo, l’aggiornamento e la formazione continua. I laureati dovranno essere in grado di gestire, in collaborazione con lo specialista otorinolaringoiatra o audiologo, anche le più recenti tecnologie, soprattutto per quanto riguarda le protesi impiantabili e gli impianti cocleari, con particolare riferimento al loro fitting e mappatura.
Il percorso formativo prevede pertanto una ampia conoscenza delle basi di anatomo-fisiologia, di fisiopatologia e clinica dell’apparato uditivo e vestibolare, delle misure fisiche e psicofisiche utilizzate nel settore della diagnosi audiologica, i principi di percezione e produzione dei suoni linguistici
Sono oggetto di approfondimento le tecniche audiometriche di base, le problematiche di interesse audiologico, relative sia alle moderne strumentazioni di diagnosi audiologica che alla protesizzazione acustica (ivi comprese protesi impiantabili e impianti cocleari), che agli aspetti medico legali e ai danni da rumore ambientale. Devono poi far parte del bagaglio culturale dell’audioprotesista le conoscenze degli ausili per la comunicazione e le varie interconnessioni (Wi-Fi Bluetooth etc). Infine, dato particolare spazio al counseling e all’interazione con il paziente quale fattore fondamentale per la riuscita del processo riabilitativo.
La frequenza al corso è obbligatoria per tutte le attività sia teoriche che di tirocinio.

Sbocchi professionali
Il Corso abilita alla professione sanitaria di Audioprotesista, un operatore sanitario che si occupa di fornitura, adattamento e controllo dei presidi protesici per la prevenzione e correzione dei deficit uditivi. L’attività del laureati è volta, su prescrizione del medico, alla gestione globale degli apparecchi acustici propriamente intesi e di tutti i dispositivi progettati e realizzati per correggere il danno uditivo e per prevenirne gli effetti, e in particolare la scelta e l’applicazione dei presidi protesici, la valutazione dei parametri tecnici, la fornitura, l’adattamento e il controllo dei presidi uditivi. L’audioprotesista deve saper entrare in relazione empatica con i propri utenti, in interventi di natura preventiva, tecnico riabilitativa e relazionali, e collaborare con altre figure professionali ai programmi di prevenzione e di riabilitazione delle sordità mediante la fornitura di presidi protesici e l’addestramento al loro uso.
Svolge la sua attività professionale in strutture sanitarie, private o pubbliche, in regime di dipendenza o libero-professionale.

Condizione occupazionale (indicatori di efficacia e livello di soddisfazione dei laureandi):
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?CODICIONE=0580206204800006

Valutazione della didattica – Studenti
Anno accademico precedente

Riferimenti web e contatti
Sito Web: http://tecnicheaudioprotesiche.uniroma2.it/